venerdì 4 marzo 2016

Attenzione al pignoramento da parte Equitalia dei conti correnti


Fate molta attenzione al pignoramento da parte di Equitalia dei conti correnti.


L'agenzia di recupero crediti infatti può di fatto pignorare il conto corrente dopo sessanta giorni dalla notifica della cartella di pagamento. va sottolineato però che la tempistica si dilata perché non sempre l’Agente per la riscossione si attiva immediatamente e concede al contribuente il tempo di sistemare le cose.

Come ricorda laleggepertutti.it le procedure per il pignoramento del conto sono due: nella prima, dopo la notifica dell’atto di pignoramento al debitore e al terzo pignorato (la banca o la Posta), il creditore si deve presentare davanti al giudice che autorizza l’assegnazione delle somme pignorate. 


Di fatto Equitalia può entrare direttamente nei conti correnti ma seguendo procedure chiare. 

Nella procedura esattoriale, con l’atto di pignoramento di crediti presso terzi, come detto Equitalia ordina al terzo ritenuto debitore del debitore (ossia la banca o Poste Italiane) di pagare direttamente a Equitalia.

Nella seconda procedura, questa fase davanti al tribunale delle esecuzioni non c’è e tutto avviene tramite un ordine impartito da Equitalia alla banca o alla Posta.