venerdì 20 novembre 2015

PRESTITO FACILE: un estratto dal primo capitolo


PRESTITO FACILE: Trucchi e Consigli per Ottenere un Prestito (FINANZA PERSONALE Vol. 1)

EUR 2,99 acquistabile su Amazon e sullo store la Feltrinelli

1.2 TAN e TAEG: cosa sono e perché sono importanti?

Il TAN (Tasso Annuo Nominale) è il tasso d’interesse puro applicato a un finanziamento; non corrisponde al tasso d’interesse realmente applicato al finanziamento, ma viene utilizzato per calcolare la quota interesse che il debitore dovrà corrispondere alla banca che ha erogato il prestito e che, sommata alla quota capitale, andrà a determinare la rata di rimborso.

Da questa definizione possiamo, pertanto, determinare il concetto di rata, che non rappresenta altro che la somma che il consumatore versa alla banca o all’intermediario finanziario per la restituzione del prestito, ed è composta di una quota capitale (a titolo di restituzione del prestito), e di una quota interessi (in ragione dell’applicazione del tasso di interesse praticato).

Facciamo un esempio per capire meglio il concetto di quota interesse e quota capitale: se abbiamo contratto un prestito personale dove la rata da noi dovuta è pari a 437,26 mensili, questa stessa rata sarà composta da una quota di interessi X (che corrisponderà a una piccola parte degli interessi maturati: in questo caso 37,50) e una quota capitale Y (che a sua volta corrisponderà a una piccola parte del capitale da rimborsare mensilmente: in questo caso 399,76).

Rata
Quota capitale
Quota interessi
437,26
399,76
37,50

 Infine, occorre tenere presente che nel calcolo del TAN non rientrano gli oneri accessori come:

le provvigioni eventualmente dovute agli intermediari (mediatori creditizi o agenti in attività finanziaria);
tutte le spese del contratto;
le imposte dovute per legge.
Il TAEG (Tasso Annuo Effettivo Globale) è lo strumento che misura l’effettivo costo di un finanziamento.

Il suo corretto esame permette al cliente di valutare diverse proposte che abbiano le medesime caratteristiche (importo finanziato e durata) ma con spese differenti, permettendo di calcolare l’effettivo tasso d’interesse applicato al finanziamento.

Infatti, nel TAEG sono compresi tutti gli oneri accessori che compongono il costo finale del finanziamento, quali:

spese di apertura pratica;
spese di incasso per rata;
spese per coperture assicurative che sono a carico del richiedente;
interessi calcolati sul finanziamento;

spese per intermediazione finanziaria (somma che le banche corrisponderanno ai mediatori creditizi oppure agli agenti in attività finanziaria).