mercoledì 28 gennaio 2015

PENSIONI AI SUPERSTITI: GLI AVENTI DIRITTO


PENSIONI AI SUPERSTITI: GLI AVENTI DIRITTO

I superstiti aventi diritto

Rientrano tra gli aventi diritto:

1. Il coniuge superstite. Qualora egli risulti:

* separato "consensualmente", la pensione ai superstiti può essere concessa in ogni caso;
* separato "con addebito (per colpa)", la pensione può essere concessa solo se il richiedente è titolare di assegno alimentare stabilito dal tribunale;
* divorziato, può ottenere la pensione solo se è titolare di assegno di divorzio, non si è risposato e vi sia contribuzione, versata a favore del deceduto, prima della sentenza di divorzio.

2. I figli legittimi, legittimati, adottati, affiliati, naturali, legalmente riconosciuti o giudizialmente dichiarati, nati da precedente matrimonio del deceduto che, alla data del decesso, siano:

* minorenni (fino a 18 anni);
* inabili di qualunque età, che alla data di morte del lavoratore e/o pensionato siano a carico del medesimo;
* studenti, fino all’età di 21 anni, che alla data di morte del lavoratore e/o pensionato siano a carico dello stesso e che non prestino attività lavorativa;
* universitari fino all’età di 26 anni e in ogni caso non oltre il corso legale di laurea, che alla data di morte del lavoratore e/o pensionato siano a carico dello stesso e che non prestino attività lavorativa.

3. I nipoti minori (equiparati ai figli legittimi e legittimati) conviventi purché:

* non titolari di pensione o di altri redditi tali da determinare una autosufficienza economica del minore;
* a totale carico del deceduto che provvedeva al mantenimento.

In mancanza del coniuge, dei figli e dei nipoti la pensione può essere erogata:

4. ai genitori ultra sessantacinquenni, non pensionati che risultano alla data di morte del lavoratore e/o pensionato a carico del medesimo.

In mancanza del coniuge, dei figli, dei nipoti e dei genitori la pensione può essere erogata:

5. ai fratelli celibi o alle sorelle nubili se inabili , non pensionati che risultano alla data di morte del lavoratore e/o pensionato a carico dello stesso.