mercoledì 16 febbraio 2011

L'assegno bancario: cos'è e come funziona



L'assegno bancario: é uno strumento di pagamento che consente a chi è titolare di un conto corrente bancario di pagare una somma a un altro soggetto o a se stessi.

L'assegno è un titolo pagabile a vista e non un mezzo per concedere credito.

Il presupposto per l'emissione di un assegno bancario è l'autorizzazione della banca ad emettere assegni e la presenza di somme disponibili sul conto.

Gli assegni bancari sono moduli standardizzati contenuti in libretti che la banca consegna al correntista.

Per svolgere la sua funzione di pagamento, l'assegno contiene alcuni dati.

I principali dati prestampati sono:

* la denominazione di assegno bancario

* il nome della banca che effettuerà il pagamento

* il luogo di pagamento

* le coordinate bancarie

* la clausola non trasferibile

(il cliente può, comunque, richiedere per iscritto il rilascio di moduli di assegni "liberi", pagando la somma di € 1,50 per ciascun modulo a titolo di imposta di bollo. La clausola non trasferibile resta obbligatoria per trasferimenti pari o superiori a 5.000,00 Euro) .
(D.L. 31/05/2010 n. 78).

Altri dati devono essere indicati da chi emette l'assegno:

* la data ed il luogo di emissione

* l'importo

* il nome del beneficiario

(non è possibile emettere un assegno per un importo pari o superiore a 5.000,00 euro senza aver indicato il nome o la ragione sociale del beneficiario)

* la firma del correntista.