giovedì 10 febbraio 2011

Il bollettino dei protesti e La visura dei protesti


Il bollettino protesti

Il termine “protesto” definisce un’operazione attraverso la quale viene dichiarato, pubblicamente, il mancato pagamento di un titolo di credito e quindi pubblicato nel bollettino protesti.

Alla sua scadenza il titolo la società emittente lo consegnerà ad un notaio (o ad un ufficiale giudiziario) che provvederà a redigere il protesto; in questo modo, il titolo stesso verrà reso esecutivo.

In seguito, oltre all’iscrizione presso gli appositi registri, verrà consegnato l’elenco dei protesti levati in un determinato periodo sia al Presidente del Tribunale, che al Presidente della Camera di Commercio che provvederà alla pubblicazione nel bollettino dei protesti dello stesso entro 10 giorni.

La visura protesti

La visura protesti è l’atto ufficiale tramite il quale è possibile consultare il registro ufficiale protesti.

Questa procedura è solitamente messa in atto da chi deve concedere un credito e ha bisogno di sapere se il soggetto richiedente ha un passato di pagatore affidabile e sarà quindi probabilmente in grado di rimborsare la somma richiesta senza problemi.

La visura protesti riporta la situazione aggiornata al mese di richiesta, con eventuali cancellazioni o segnalazioni di pagamenti effettuati.

Come richiedere la visura protesti

La visura protesti deve essere richiesta ufficialmente al Presidente della Camera di Commercio, Industria e Artigianato, dove è conservata la banca dati informatica che registra tutti i protesti levati a seguito di decreto del Tribunale per insolvenza.

E’ possibile richiedere una visura protesti specifica oppure fare degli abbonamenti mensili ed annuali, ad una tariffa di abbonamento fissa.

Questo è il caso degli Istituti di credito che ricevono numerose richieste di credito e hanno bisogno di avere a portata di mani i dati aggiornati.