domenica 13 febbraio 2011

I fondi comuni di investimento

I fondi comuni di investimento

I fondi comuni di investimento sono strumenti collettivi di investimento del risparmio.


Il loro funzionamento è semplice: ogni risparmiatore compra delle quote del fondo e il denaro così raccolto viene investito dalla Società di Gestione del Risparmio nei prodotti finanziari corrispondenti al tipo di fondo scelto.

Il patrimonio di ogni fondo è sempre autonomo rispetto al patrimonio della sgr e a quello degli altri fondi gestiti dalla stessa società. Sarà dunque la sgr, attraverso un gestore, a scegliere come investire il patrimonio del fondo.

Per capire meglio il funzionamento di questi fondi di investimento consideriamo il caso di una sgr che gestisce tre fondi comuni differenti; ci saranno dunque quattro patrimoni distinti e autonomi. In nessun caso gli investimenti effettuati con il patrimonio di uno dei fondi potrà influenzare le performances degli altri fondi.

Inoltre la sgr non potrà mai utilizzare il patrimonio di uno dei fondi di investimento per far fronte ai suoi debiti.

Varie categorie di fondi di investimento

I fondi comuni di investimento possono essere molteplici.

Considerando le macrocategorie possiamo dividerli a seconda della tipologia di titoli in portafoglio, della politica d'investimento o della costituzione del capitale. E possibile inoltre distinguere le categorie di fondi di investimento secondo il luogo geografico di residenza dei soggetti economici su cui si investe.

A questo rispetto possiamo parlare di fondi di investimento internazionali ossia un fondo che investe sulle borse di tutto il mondo. Spesso questo tipo di fondi di investimento sono quelli più stabili, in quanto investono su una gamma di prodotti estremamente diversificata che permette di attenuare gli sbalzi del rendimento, sia quando eccessivamente positivi che quando eccessivamente negativi.

Questi fondi di investimento hanno però un rischio peculiare legato al cambio; la possibilità di guadagno o perdita non sarà legata solo ai titoli ma anche alla variazione del cambio con le valute inserite nel portafoglio.

Fondi di investimento chiusi o aperti

Rispetto al modo di costituire il capitale, i fondi di investimento possono essere distinti in fondi chiusi e fondi aperti.

La caratteristica dei fondi di investimento chiusi è quella di essere a capitale fisso con un funzionamento molto simile a quello delle società per azioni: il numero di quote o azioni che lo compongono non varia e la liquidazione dell'investimento è prevista solo alla scadenza del fondo.

L’unica possibilità di liquidare l’investimento è quella di vendere le azioni sul mercato; spesso infatti per ovviare ai problemi di liquidabilità i fondi di investimento chiusi sono quotati in mercati regolamentati come la Borsa valori.

I fondi di investimento aperti invece sono a capitale variabile nel senso che il numero di quote in circolazione varia continuamente. Se ci sono nuovi sottoscrittori di quote aumentano e al contrario diminuiscono quando i sottoscrittori richiedono il riscatto.

In questo caso la liquidabilità è assicurata dalla società di gestione del risparmio che si impegna a riacquistare le quote del fondo di investimento in qualsiasi momento. Il valore di rimborso verrà calcolato in base al valore unitario delle quote.