venerdì 18 febbraio 2011

Guida all'Assicurazione Auto: Contratti con e senza tacito rinnovo; Massimale, Franchigia, Bobus/Malus, Clausole di Rivalsa, KasKo

Guida all'Assicurazione della propria Autovettura

Tutti coloro che posseggono e utilizzano un’automobile hanno dovuto stipulare un’assicurazione auto che li tutelasse contro le eventuali conseguenze dovute a incidenti, furti o incendi.

Una volta stipulata un’assicurazione auto, la compagnia assicuratrice si fa carico dell'eventuale indennizzo all'assicurato, dal quale in cambio riceve un premio

Innanzitutto è importante sapere che i contratti RC Auto (Responsabilità Civile Auto) possono essere con o senza tacito rinnovo.

Contratti con tacito rinnovo:

i contratti che prevedono il tacito rinnovo si intendono prorogati per l’anno successivo qualora l’assicurato non invii alla compagnia una disdetta scritta che, di norma, va inviata almeno 15 giorni prima della scadenza annuale, indicata sulla polizza, tramite raccomandata a/r o via fax.

Se la disdetta non viene inviata entro i termini previsti, la polizza auto si rinnova automaticamente per un altro anno.

Contratti senza tacito rinnovo:

Alla scadenza del contratto è necessario procedere alla stipulata di un nuovo contratto di assicurazione, che può avvenire con la compagnia precedente o con una nuova compagnia. Solitamente le assicurazioni online non prevedono il tacito rinnovo.

Le polizze auto coprono danni fino ad un massimale prestabilito nel contratto e le tariffe variano a seconda della compagnia assicurativa. Il più delle volte l’assicurazione auto protegge non solo colui che ha stipulato l’assicurazione, ma chiunque sia alla guida del veicolo.

Oggi esistono assicurazioni che permettono di stipulare un’assicurazione che preveda come guidatore una sola persona; ciò permette di abbassare l’importo della polizza ma è importante ricordarsi che in quel caso il mezzo non dovrà mai essere guidato da qualcun altro.

L’assicurazione auto, a meno che non preveda la copertura “Infortuni del conducente”, non copre il guidatore che ha provocato l’incidente anche se dovesse subire lui stesso dei danni fisici.

Massimale dell'assicurazione auto

Il Massimale di polizza è la cifra massima che una compagnia risarcirà in caso di incidente. Si consiglia di scegliere un massimale che sia di almeno 2.500.000 euro, in quanto in caso di sinistro che coinvolge più persone e mezzi , l’importo dovuto per il risarcimento del danno causato può raggiungere cifre inimmaginabili (soprattutto in caso di incidenti mortali o con feriti gravi).

La Franchigia prevista dall'assicurazione

Le polizze auto prevedono sempre una franchigia, ovvero la parte del danno non coperto dall’assicurazione, ma a carico dell'assicurato. In caso di incidente con colpa, la compagnia pagherà tutto il risarcimento dovuto e successivamente richiederà all’assicurato la franchigia prevista in caso di sinistro con responsabilità.

Il valore della franchigia è importante nel momento in cui si sceglie l’assicurazione, in quanto determina anch’essa la convenienza di un’assicurazione rispetto ad un’altra.

Bonus malus

Il costo del premio assicurativo varia ogni anno in base al meccanismo denominato “bonus malus”; tale meccanismo prevedere che se non si provocano incidenti l’importo del premio diminuisce, mentre se si provocano incidenti l’importo aumenta.

La determinazione del costo della polizza si basa sulle classi di merito, che sono 18; la 14esima classe è la classe d'ingresso. La compagnia assicuratrice, al massimo 30 giorni prima della scadenza della polizza, deve condegnare all’assicurato l’“attestato di rischio” relativo al veicolo assicurato.

Questo attestato riporta la classe di merito assegnata dalla compagnia assicurativa stessa in base alle sue tabelle, e la classe di conversione universale di assegnazione (CU) che ha valore di legge nei confronti di ogni altra compagnia.

Le Clausole di Rivalsa

Nel contratto RC Auto vi sono alcune clausole che indicano i casi nei quali la compagnia assicuratrice si potrà rivalere nei confronti dell’assicurato per quanto pagato per il risarcimento del sinistro causato.

Le clausole di rivalsa maggiormente applicate sono la guida senza patente o con la patente scaduta, revocata o sospesa; la guida in stato di ebbrezza o sotto l'effetto di droghe; la guida da parte di chi ha superato gli esami, ma non ha ancora la patente oppure ha una patente non adatta al veicolo che sta guidando; se il numero dei passeggeri è superiore a quello previsto nel libretto di circolazione, ecc.

E’ quindi importante, al momento della sottoscrizione del contratto, essere a conoscenza di queste clausole.

Assicurazione Kasko

Quando si parla di polizza kasko, si parla di un tipo di polizza in cui la compagnia si assume i rischi derivanti dalla circolazione dell'auto, indipendentemente dalla responsabilità del guidatore.

Con un’assicurazione kasko auto totale si ha la copertura a valore intero del veicolo, ciò significa che qualunque danno cagionato al proprio veicolo è risarcibile.