mercoledì 2 giugno 2010

Mutui Casa: Quando Conviene l'Accollo del Mutuo del Costruttore?


Quando ci si accinge ad acquistare una casa direttamente dal costruttore, esiste la possibilità di accollarsi una quota del mutuo che il costruttore ha richiesto per la costruzione.

La proposta di accollo mutuo costruttore verrà formulata dal venditore e proposta anche in fase di preliminare d’acquisto, costringendo quindi il mutuatario a rispettare il contratto pena il pagamento di penali.

Usualmente la ditta costruttrice gradisce che il futuro proprietario dell’unità abitativa si accolli la parte di mutuo relativa all’abitazione, per non dover in seguito estinguere il mutuo con capitali propri.

Vedendosi così negata la possibilità di ripartire la spesa di accensione mutuo, per tutti coloro che richiedono un mutuo esterno.

Tuttavia nella maggior parte dei casi i mutui proposti dalla ditta costruttrice hanno dei tassi convenienti, inoltre vengono abbattute tutte quelle spese relative all’accensione di un nuovo mutuo (spese notarili ecc.) l’unica spesa riguarda la voltura notarile della quota spettante a ciascun cliente.

Pertanto è opportuno valutare bene la proposta offerta, ricordandosi sempre di guardarsi in giro nel cercare soluzioni di mutuo migliore in riferimento alle proprie esigenze.

Nella fase di ricerca di una soluzione alternativa all’accollo mutuo costruttore, per effettuare i dovuti confronti, è bene prima di tutto conoscere esattamente i termini e le condizioni del mutuo edilizio propostoci dal costruttore, andando di persona nella filiale e di reperire quanto più materiale possibile sul mutuo del costruttore, dopodiché è possibile confrontarlo con altre soluzioni, ricordandosi sempre, durante la fase di paragone, di includere come costo le spese relative all’accensione di un nuovo mutuo.

Specifichiamo inoltre che i mutui per accollo vengono erogati per non più dell’80% del valore periziato, pertanto se si ha bisogno dell’intera cifra è obbligatorio rivolgersi a terzi istituti.

Giova precisare inoltre, che se si decidere di intraprendere la strada del mutuo edilizio del costruttore, gli interessi maturati in precedenza devono rimanere a carico della ditta costruttrice.

Frazionamento a quote del mutuo edilizio
Sono rari i casi in cui l’impresa costruttrice non richieda un mutuo per la costruzione di un immobile, il mutuo che si viene a stipulare sono conosciuti come mutuo edilizio.

Essendo destinati a finanziare la costruzione di edifici per più unita abitative, l’importo di tali mutui sono molto elevati, e la banca elargisce le somme man mano che l’edificio viene completato al crescere del valore immobiliare.

Solo in questa fase i futuri proprietari della casa possono accollarsi il mutuo riferito al proprio immobile, chiedendo alla banca di volturare il debito a proprio nome.

Una volta che l’immobile o edificio è ultimato la ditta costruttrice chiede alla banca, con atto a parte, il frazionamento del mutuo.

Tale frazionamento permette di sapere quale quota di mutuo spetta alle singole unità abitative.

Con la sottoscrizione dell’atto di frazionamento avremo dei mutui indipendenti associati ognuno alle singole abitazioni.