giovedì 3 giugno 2010

Cresce la disoccupazione in Italia - Industria, produzione sprint a maggio


Cresce la disoccupazione in Italia Ad aprile +8,9%, il massimo dal 2001

Il tasso di disoccupazione italiano si attesta all'8,9% nel mese di aprile, crescendo di un decimo di punto rispetto a marzo. Lo rileva l'Istat, precisando che si tratta del dato peggiore dal 2001.

Stando ai rilievi, in un anno, ovvero da aprile 2009 ad aprile 2010, il numero di occupati in Italia è diminuito di 307mila unità. Tra i 15 e i 24 anni il tasso di disoccupazione è pari al 29,5%, mentre tra le donne si attesta al 10%.

Le persone senza lavoro salgono 22 milioni 831 mila unità rispetto a marzo e portano il totale a 2,220 milioni. La disoccupazione tra i 15 e i 24 anni "non è mai stata così alta dal 2004".

Tra le persone in cerca di occupazione a crescere è, in particolare, la componente maschile.
La disoccupazione maschile, infatti, ad aprile ha raggiunto un livello pari a 1 milione 190 mila unità, in aumento del 2,7% (+31 mila unità) rispetto al mese precedente, e del 27,6% (+257 mila unità) rispetto allo stesso mese dell'anno precedente.

L'occupazione femminile invece sale invece a 9 milioni 218 mila unità, in aumento dello 0,7% (+61 mila unità) su base mensile ma in calo dello 0,5% (-44 mila unità) su base annua.

Il tasso di occupazione maschile risulta pari al 67,6%, invariato nell'ultimo mese e in calo di 1,4 punti percentuali negli ultimi dodici mesi mentre quello femminile si attesta al 46,1%, con un aumento di 0,3 punti percentuali rispetto a marzo ma in calo di 0,4 punti percentuali rispetto ad aprile 2009.

"Il risultato congiunturale positivo è dovuto alla componente femminile, grazie ai risultati della regolarizzazione delle colf avviata nell'autunno 2009", spiega Istat.

"Quello che si sta evidenziando negli ultimi mesi è che c'è un aumento della disoccupazione a discapito dell'inattività", spiega un funzionario dell'Istat.

Tra le donne il tasso di inattività raggiunge il 48,7%, in flessione di 2 decimi di punto percentuale.

Industria, produzione sprint a maggio
Dall'economia arriva però anche un dato positivo: a maggio riprende infatti a salire con decisione la produzione industriale che nel mese scorso, secondo le prime anticipazioni del centro studi di Confindustria, è cresciuta del 2,4% rispetto ad aprile, quando si era avuta una variazione di appena il +0,8% nel confronto con marzo.

Il recupero dai minimi toccati nel marzo 2009 sale al 10%, mentre resta ancora del 18,3% la caduta dal picco del ciclo precedente (aprile 2008). L'attività è aumentata in maggio del 9% su maggio 2009 (i numeri sono al netto del diverso numero di giornate lavorative).

In aprile la variazione tendenziale era stata di +6,6%.