lunedì 31 maggio 2010

Conto Corrente: Come fare per chiudere il conto

Cosa fare per chiudere il conto corrente presso un istituto bancario?

Pur ricordando che ciascun istituto bancario può prevedere modalità specifiche sottostanti al trasferimento o alla chiusura di un conto corrente, si illustrano di seguito alcune procedure piuttosto comuni.

In genere, per chiudere un conto corrente o per trasferirlo presso un altro istituto bancario risulta innanzitutto necessario informare la banca della propria decisione, in forma scritta.

L'operazione di chiusura del conto può inoltre richiedere che il correntista consegni alla banca libretto degli assegni, bancomat, carta di credito.

Il tempo in cui avviene la chiusura del conto corrente è legato anche alle operazioni ancora attive associate al conto, come ad esempio in presenza di accrediti di stipendio o pensioni, pagamenti avvenuti con carte di credito o assegni, ecc.

In base a quanto previsto dalla legge 243 del 4 agosto 2006 (v. Decreto Bersani sulla concorrenza e i diritti dei consumatori), il correntista intenzionato a chiudere il proprio conto corrente e recedere dal contratto può farlo senza essere tenuto a dover corrispondere alla banca spese di chiusura e senza dover far fronte a penalità, indipendentemente dalla tipologia di contratto in questione (contratto a tempo indeterminato, a esecuzione periodica).