lunedì 31 maggio 2010

Conti Correnti: al via le nuove regole per aprire un conto


Chi in questi giorni si recherà in Banca per aprire un conto corrente avrà la gradita sorpresa di poter scegliere il conto che più si avvicina al proprio profilo , conoscendo in anticipo quanto spenderà per i successivi dodici mesi.

È partita la fase di trasparenza con l’indicazione di sette profili di clientela ai quali abbinare determinati pacchetti con l’obbligo per le Banche di indicare il costo per ogni conto corrente .

Una volta scelto il pacchetto idoneo al proprio profilo e se si rispetta il numero di operazioni indicate si saprà sin dall’inizio quanto si spenderà inoltre, se nel corso dell’anno si sfora con le operazioni sarà la Banca stessa ad indicare un nuovo profilo idoneo per le mutate esigenze.Nel rendiconto inviato al correntista sarà presente l’ISC (Indicatore Sintetico di Costo) che conterrà il costo totale per la tenuta conto.

I profili stabiliti dalla Banca d’Italia sono i seguenti:
•Giovani (164 operazioni all’anno)
•Famiglie con bassa operatività (201 operazioni all’anno)
•Famiglie con media operatività (228 operazioni all’anno)
•Famiglie con elevata operatività (253 operazioni all’anno)
•Pensionati con bassa operatività (124 operazioni all’anno)
•Pensionati con media operatività (189 operazioni all’anno)

Grazie all’ISC sarà più facile ed immediato confrontare i costi dei conti correnti tra le diverse banche.

Il consumatore, nel momento in cui si trova ad aprire un nuovo conto corrente, potrà scegliere quello per lui più conveniente con tre semplici passaggi:

1.identificare il profilo maggiormente rispondente al proprio tra i sei profili tipo di utilizzo;

2. richiedere i fogli informativi dei conti correnti offerti ai consumatori nelle filiali delle banche o consultare il sito www.pattichiari.it;

3. verificare che i conti correnti tra cui sta scegliendo siano adatti per il profilo tipo di utilizzo, ovvero presentino un ISC associato allo specifico profilo tipo di utilizzo;

Altro obbligo per le Banche è che tutti i Fogli Informativi dovranno avere un formato omogeneo e semplificato di modo che il cliente avrà minori difficoltà ad effettuare i confronti tra quanto offerto dai vari Istituti. Al cliente non resta che valutare e scegliere bene